Studio 

 

LA SOFFERENZA dell'UMORE e le DEPRESSIONI 

a cura del

Dott. Sergio Angileri  e  Dott.ssa Monica Cerri

 

 

TRATTAMENTI E TERAPIA

- nuova metodologia moderna -

 

Leggi QUI altre informazioni su DEPRESSIONE

DIAGNOSI

 

Prima o poi la maggior parte delle persone che soffrono di Depressione, spesso dopo anni di assunzione di psicofarmaci e antidepressivi, capiscono che non riescono a venirne fuori e "sentono" che qualcosa non quadra e che non si può andare avanti per anni e anni ad assumere farmaci senza mai risolvere la depressione. E allora?

La corretta diagnosi dello "stato depressivo" è il primo fondamentale atto.

L'errore assolutamente da evitare è osservare i sintomi che accusa la persona e di quelli occuparsi, sedandoli, momentaneamente "spegnendoli" con la più semplice e diffusa prassi: prescrivere farmaci antidepressivi e ansiolitici, rimandando il paziente ad una seguente visita dopo tre settimane per qualche correzione e rimandandolo di nuovo ad altra visita dopo tre mesi...e così via. Ben sapendo che così facendo si sta soltanto "silenziando" il problema della Persona.

E ben sapendo che dopo diversi mesi di questo andamento, quei farmaci cominceranno a mostrarsi sempre meno efficaci a camuffare la situazione, perchè i sintomi non si lasciano del tutto eliminare dagli antidepressivi e ben presto spingeranno da ogni parte per riemergere. E allora....il paziente cambia medico, spesso lo va a cercare in un'altra città. E si ritroverà con un'altra ricetta, altri farmaci, dosi più intense e così nuovo "temporaneo spegnimento dei sintomi" per altri mesi. E poi...ancora altre telefonate al dottore, altre visite di aggiustamento farmaci e così...per anni? Per tutta la vita?

Ad un certo punto la persona capisce che se pure girasse tutto il mondo, da nessuna parte esiste uno psichiatra o un neurologo più bravo di un altro e nessuno di essi possiede un "farmaco segreto". Alla fine la persona capisce che qualcosa non funziona: spesso pensa che non funzioni il medico, perche' qualcuno deve pur sapere quale medicina magica le risolverà quella maledetta depressione! Ma poi ad un certo punto, dopo avere consultato "luminari di psichiatria e neurologia", capisce che persino il medico di famiglia, sin dall'inizio, avrebbe potuto prescrivergli quei farmaci, risparmiandosi il giro del mondo delle visite. Capisce che i farmaci sono quelli e non ce ne sono altri. Ma ad un certo punto capisce anche che non è questione di medici o farmaci. Non è questione di sintomi.

Ma cosa vogliono esprimere questi sintomi depressivi? E principalmente: da cosa sono causati?

Cosa è causa della Depressione?

E la persona si interroga e dopo tanti tentativi intervenendo solo sui sintomi, quasi spera addirittura che abbia una qualche malattia da accertare, che le provoca la depressione. Esistono malattie che possono provocare depressione? Certo, esistono.

Leggi QUI sulla Depressione provocata da vere malattie mediche.

 

Ma in tutti gli altri casi, che sono la maggioranza, nei quali la persona depressa non è malata? A cosa serve "spegnare temporaneamente i sintomi" con i farmaci? La risposta è che serve: ma si deve sapere che non si sta facendo altro che abbattere temporaneamente i sintomi, ma nulla si sta facendo per risolvere la causa. Quando la depressione non è provocata da nessuna malattia, gli antidepressivi non hanno nessun potere di agire sulla causa.

Allora vediamo di chiarire questo punto e fare capire come interveniamo noi in PSIMED Palermo per non limitarci soltanto alla sedazione dei sintomi, perchè noi lavoriamo per "guarire le Persone" e lavoriamo per giungere fino alle cause e risolverle una volta e per sempre.

 

Allora, innanzi tutto la DIAGNOSI.

 

Noi facciamo diagnosi da tre punti di vista, includendo la Diagnosi Medica, per approfondire senza esitazioni una eventuale causa organica, una qualsiasi malattia, al livello di causa della depressione. E tutti i passaggi diagnostici vengono effettuati da specialisti strettamente coordinati nell'unica metodologia PSIMED, per cui i rischi di dispersione dei dati osservati sono esclusi e di conseguenza le cause vengono capite da tutte le sfaccettature possibili, potendo così avviare la migliore terapia, inclusa quella parte che riguarda gli antidepressivi.

Ma in PSIMED Palermo gli antidepressivi e altri psicofarmaci vengono prescritti non sulla base semplice dei sintomi, ma sulla base della DIAGNOSI DELLA PERSONA. Per questa ragione alle persone che ci consultano non prescriviamo subito farmaci, perchè vogliamo essere sicuri di prescrivere i farmaci più adatti a quella persona e non a quei sintomi.

  • iniziamo con la "diagnosi fenomenologica/situazionale/psicologica". Di questa ce ne occupiamo già dal primo colloquio e consiste nell'individuare le componenti di vita della persona che contribuiscono a causare e a mantenere il disturbo. Questa fase di diagnosi, insieme alle altre fasi, è indispensabile per potere decidere il tipo di trattamento/terapia più adatto e personalizzato per ciascuna persona che ci consulta.

  • proseguiamo con la "diagnosi clinica-psicologica". Di questa ce ne occupiamo già dal secondo colloquio e si completa entro i primi tre/quattro colloqui. Consiste nell'inquadrare la sintomatologia in un quadro clinico specifico e serve anche per indagare a fondo nell'ipotesi che eventuali condizioni o malattie organiche possano causare o contribuire al disturbo. Anche questo tipo di diagnosi è indispensabile per potere decidere il tipo di trattamento/terapia più adatto e personalizzato per ciascuna persona che ci consulta.

  • decidiamo, a questo punto, se è necessario inserire anche la "diagnosi clinico/medica". In questi casi allora interviene l'accertamento diagnostico specificatamente medico, a completamento delle fasi precedenti, che viene effettuato dal neurologo o dallo psichiatra associati allo Studio PSIMED. Anche questo tipo di diagnosi è indispensabile per potere decidere il tipo di trattamento/terapia più adatto e personalizzato per ciascuna persona che ci consulta e a volte è necessaria per valutare l'opportunità di includere nel trattamento, un periodo di copertura psicofarmacologica.

  • Va precisato che quella suddetta è la procedura diagnostica completa e corretta, prima di poter decidere quale tipo di trattamento avviare e quale combinazione psicofarmacologica prescrivere, qualora si ritenesse necessario prescrivere farmaci. Ma soltanto quando è davvero indispensabile e comunque sempre nelle dosi e nelle modalità personalizzate che sono emerse nelle fasi diagnostiche: esistenziali, personali, psicologiche e mediche.

    Procedure diagnostiche che non abbiano questa caratteristica di concorso coordinato fra specialisti altamente competenti e facenti parte di una stessa organizzazione, rischiano di tralasciare accertamenti fondamentali e rischiano di limitarsi soltanto a psicofarmaci oppure a psicoterapie isolate.

    La fase diagnostica, secondo i passaggi suddetti, occupa le prime due/quattro sedute. Poi si procede con il trattamento/terapia personalizzato sulla base degli elementi emersi in diagnosi. Vediamoli.

     

    TRATTAMENTO/TERAPIA

     

    Noi applichiamo trattamenti e terapie secondo una modalità moderna e integrata.

    Non applichiamo soltanto psicoterapia o trattamenti medico/sanitari.

    Applichiamo, tutte le volte che il caso lo consente, metodologie e tecniche moderne.

    La modernità consiste nell'integrazione fra le seguenti applicazioni. Il nostro trattamento è organizzato in "moduli integrati". Ciascun modulo consiste nella combinazione integrata di due o più di due fra gli interventi sotto indicati. La scelta del modulo dipende dalla diagnosi precedente.

     

    1. Psicoterapia (psicoterapia; analisi; sostegno psicologico; psicologia medica e psicofarmacoterapia), combinata con le applicazioni

    2. Mindfulness

    3. Psicologia Transpersonale

    4. Meditazione

    5. Tecniche specifiche specializzate per il Disturbo Depressivo

    6. Biotransenergetica (BTE)

    7. Counseling Analitico Transazionale

    8. Counseling Sanitario

    9. Controllo medico/farmacologico (prescrizione di antidepressivi e psicofarmaci)

    10. trattamento integrato misto MBTA

    11. Trattamento di apprendimento per la regolazione delle emozioni e dei sintomi di somatizzazione

     

    L'integrazione va a costituire alcuni "moduli" e "quanti di interventi" e il trattamento o la terapia avvengono per mezzo dell'applicazione di questi "moduli".

    Ciascun "modulo" è personalizzato e relativamente specializzato per ciascun tipo di disturbo.

    Questa metodologia moderna deriva anche da ciò che negli ultimi decenni sta insegnando la ricerca e la convergenza degli studi, fra neuroscienze e fisica quantistica.

    Il risultato di questa moderna metodologia è molto vantaggioso, in termini di:

    1. Efficacia risolutiva del disturbo

    2. Non dispersione del trattamento (si applicano moduli mirati e centrati sul problema)

    3. Riduzione della necessità di assumere psicofarmaci (non in tutti i casi)

    4. Cura della Persona nella sua interezza, superando il riduttivo approccio sanitario tradizionale

    5. Raggiungimento e risoluzione profonda delle cause del disturbo (non ci si limita ad analisi psicologiche, psicoterapia e a valutazioni mediche, ma la Persona viene pienamente coinvolta come protagonista del suo percorso, del suo trattamento o della sua terapia e ha la possibilità di essere aiutata a capire e risolvere le radici più profonde e transpersonali, che rappresentano la causa primaria del disturbo).

     

    Il trattamento applicato con questa metodologia di "applicazione di moduli" o di "quanti di intervento" e quindi non semplicemente come trattamento di psicoterapia e/o psicofarmacoterapia, ha il vantaggio di essere rapidamente efficace nella riduzione dei sintomi e nella loro risoluzione, abbreviando anche i tempi e i costi a carico del paziente.

    1. Leggi qui un esempio su trattamento integrato nella depressione

    2. Leggi qui sul trattamento integrato Mindfulness nella depressione

    3. Leggi qui passi di un libro scientifico sui trattamenti integrati nella depressione

    4. Vedi qui alcuni chiarimenti sui trattamenti integrati, forniti dall'Istituto Mente e Corpo, il quale opera con metodologia parallela a quella dello Studio PSIMED di Palermo

    5. Vedi video della Dott.ssa Bianca Pescatori del Centro Mindfulness di Roma

     

    Il trattamento su esposto richiede attiva cooperazione da parte della persona, sia durante le sedute, che dedicandosi alcuni momenti durante la settimana per effettuare alcune pratiche che vengono spiegate e insegnate.

    E' necessario effettuare in studio una seduta settimanale.

    Ciascuna seduta ha una durata di 50 minuti.

    La parcella per ogni seduta viene concordata personalmente ed oscilla fra un minimo di € 30 ad un massimo di € 60 per ciascuna seduta di trattamento o terapia - ( vedi qui TARIFFARIO )

     

    Il trattamento prevede anche che la persona si impegni con se stessa ad eseguire a casa delle pratiche che verranno insegnate e spiegate.

    Anche per questo la nostra metodologia di cura include il fatto che sia il Dott. Sergio Angileri che la D.ssa Monica Cerri e i loro assistiti, durante tutto il tempo necessario per la terapia/trattamento, possano restare in contatto per eventuali momenti di assistenza, chiarimenti, supporto e altro, anche al di fuori del momento della seduta settimanale vera e propria. In pratica tutte le persone/pazienti vengono seguite e assistite con delle modalità personalizzate e continua disponibilità.


    Meditazione Mindfulness efficace come i farmaci contro i rischi di recidiva nella depressione.

    La ricerca del National Institute for Health Research

    •  

     

    • Silvia De Santis, L'Huffington Post

     

     

    Praticata con costanza e regolarità, la Mindfulness – la meditazione buddista che si basa sulla “consapevolezza di sé ” – potrebbe essere una terapia efficace nel trattamento della depressione e delle sue ricadute, al pari dei moderni psicofarmaci.

    È quanto rilevato da uno studio pubblicato sulla rivista medica “The Lancet”, che ha rilevato come i pazienti che seguono un percorso MBCT - una terapia che coniuga i principi della meditazione con un approccio cognitivo-comportamentale (CBT) - presentino più o meno gli stessi tassi di recidiva di quelli che assumono antidepressivi. In due anni di osservazione, infatti, le percentuali di ricaduta sono state del 44%o nel gruppo di pazienti curati con MBCT, rispetto al 47% nel gruppo sottoposto a terapia farmacologica.

    La Mindfulness, traduzione inglese del termine buddista “sati”, è una forma di meditazione non esoterica che invita a concentrare la propria attenzione al momento presente, “intenzionalmente e senza giudicare”, ovvero accettando quel che accade senza imbrigliarlo nelle classiche categorie con cui solitamente ci rapportiamo al nostro vissuto. Si tratta di un’attitudine alla vita, di un modo di “abitare” il mondo e porsi in ascolto, di relazionarsi agli altri che incoraggia a vivere fino in fondo e nel presente la propria esperienza di piacere, dolore, disagio o sofferenza.

    Se la "consapevolezza dei propri pensieri" - cuore della Mindfulness - conduce in genere all'accettazione di sé e al raggiungimento di una pace interiore, secondo le ricerche del "National Institute for Health And Care Excellence" la meditazione potrebbe essere anche un'alternativa senza effetti collaterali agli antidepressivi tradizionali. Non una soluzione definitiva alla malattia, ma un trattamento per limitare la possibilità di ricadute lavorando sulla mente, da proporre soprattutto a chi, una volta superata la fase critica della malattia, non intenda continuare ad assumere farmaci.

    Un ciclo di Mindfulness, da associare a una terapia cognitivo-comportamentale, dura circa otto settimane, durante le quali il paziente viene incoraggiato ad accettare i propri pensieri negativi per quel che sono, concentrandosi sull'"hic et nunc", senza preoccuparsi costantemente di essi con i rischio di finire risucchiato in una nuova spirale depressiva.

    "La depressione è una malattia invalidante il cui trattamento, nonostante i progressi nella produzione farmacologica, non ha riscontrato sostanziali miglioramenti - si legge nella ricerca - Per questo è importante proporre sempre un'alternativa non farmacologica nella cura di questi disturbi".

    • Silvia De Santis, L'Huffington Post
    •  
    ALTRO: mediate contro recidiva depressione

    meditazione mindfulness efficace come antidepressivi

     

    ▪▪▪▪

     

    Le sedi di ricevimento per i colloqui sono le seguenti

    vedi sulla mappa dove siamo

     

    Via Resuttana, 367  -  Via Abruzzi, 15/A

    PALERMO

     

    Per prenotare il primo colloquio telefonare ad uno dei seguenti numeri

      091 517187  ~  334 3860561

     

     

        I costi della terapia o del trattamento e le agevolazioni possibili, sono spiegati ed esposti nel  TARIFFARIO

     

    Leggi QUI altre informazioni su DEPRESSIONE

     


     
     

    Psicologia Counseling Mindfulness

    Dott.ssa Monica Cerri    Dott. Sergio Angileri

    Palermo

    Via Resuttana, 367  ▪  Via Abruzzi, 15/a

    091 517187 334 3860561

    Neuropsichiatria Psicologia Medica

    Dott. Luigi Pastore    D.ssa Maria Inguanta

    Palermo

        Via Monti Iblei, 31    Via Pietro D' Asaro, 23

    091 517187 334 3860561

     

    Psicologo? Counselor? Psicoterapeuta? Analista? Neurologo? Psichiatra?

    "Per il mio caso, chi devo consultare?"

     

    Tariffario Parcelle Agevolazioni

    Il pagamento può essere effettuato contanti o con carte

          


     
     

      Studio

    Psicologia Medica | Psicoterapia | Analisi Transazionale e Mindfulness Based | A.T. Socio-Cognitiva | Counseling

     

    Le sedi a Palermo

    Via Resuttana, 367  ●  Via Abruzzi, 15/a

    vedi dove siamo

     

      091 517187   ~  334 3860561

     

    La prenotazione del primo colloquio si effettua solo telefonicamente

    Giorni e orari di ricevimento:

    da Lunedi a Venerdì - dalle ore 9:00 alle ore 20:00

     

    Dott. Sergio Angileri

    Analista Transazionale - Counselor - Specializzato in Psicoterapia Analitica Transazionale

    MBTA (Mindfulness Based Transactional Analysis)

     

     

     

    Copyright © 2000 [Dott. Sergio Angileri] Palermo - tel.  091 517 187  -  334 386 0561

    Specializzato in Psicoterapia Analitica Transazionale - Counselor Analista AT - Mindfulness I° - Laureato in Psicologia Clinica Applicata

    Esercizio professionale ai sensi della Legge n. 4 del 14 gennaio 2013, pubblicata nella G.U. n. 22 del 26/01/2013

    Mail

     Tutti i diritti riservati