Studio PSIMED Palermo

del Dott. Sergio Angileri

Psicologia Psicoterapia Counseling

 
 

 

Via Abruzzi, 15/A    Via Resuttana, 367

vedi dove siamo 

comodo parcheggio/garage sotto lo Studio

091 517 187

334 386 0561

dal 1985 a Palermo

Lo Studio PSIMED Palermo è un consolidato Studio privato di Psicologia, Psicoterapia, Consulenza, Counseling e Mindfulness, attivo a Palermo dal 1985, condotto dal dott. Sergio Angileri

 

Lo Studio fa parte di una rete interattiva di studi specialistici (vedi qui chi siamo e i dettagli curriculari)


 
 
  Studio 
Via Abruzzi 15/a - tel. 091517187 - 3343860561
 
 
 

LA SOFFERENZA dell'UMORE e le DEPRESSIONI 

a cura del

Dott. Sergio Angileri

 

 

 

    

 Dall'ingorgo dei farmaci, al pianto di speranza, alla Risoluzione e alla Luce

 

 

  Studio 
Via Abruzzi 15/a - tel. 091517187 - 3343860561
 

I trattamenti integrati

- la nuova metodologia moderna -

 

LA DEPRESSIONE detta MAGGIORE

 

 

 

DEPRESSIONE DISTIMICA

 

 

 

 

DEPRESSIONE CICLOTIMICA

 

 

 

DEPRESSIONE da MALATTIA MEDICA

 

 

 

 

DEPRESSIONE da ASSUNZIONE DI SOSTANZE

 

 

 

I trattamenti integrati

- la nuova metodologia moderna -

 

 

 

Il Dott. Sergio Angileri e gli altri specialisti del team, applicano i più recenti interventi di terapia modulare integrata.

La terapia modulare integrata include:

  1. "controllo neurologico/psichiatrico e psicofarmaci per contenere i sintomi"

  2. "psicoterapia analitica socio-cognitiva"

  3. "counseling analitico transazionale/transpersonale/Mindfulness Based"

  4. "psicoterapia cognitivo-comportamentale"

  5. "protocolli Mindfulness e tecniche di rilassamento"

  6. "protocolli BTE, MBTA, EMDR, ISTDP"

  7. "meditazione; ipnosi" tecniche regressive profonde"

 

La terapia modulare integrata, che noi applichiamo, consiste in "moduli terapeutici", cioè in combinazioni di metodi e tecniche sopra elencate, ogni volta costituite per la persona specifica e non sul disturbo in maniera stereotipata e impersonale.

Essa offre i vantaggi di: 

  1. metodologia moderna ed efficace

  2. breve durata

  3. costi contenuti (vedi il nostro Tariffario Agevolato)

 

Il rigore, la competenza e la specialistica del trattamento per i Disturbi di Ansia, Panico e Depressione, sono garantiti dalla pluridecennale esperienza del Dott. Sergio Angileri e dalle sue competenze e specializzazioni sia in campo psicologico/psicoterapeutico, che nelle discipline mediche;

- dalla pluridecennale esperienza, competenza e specializzazione del Dott. Luigi Pastore, neurologo già primario di Neurologia presso Ospedale Villa Sofia di Palermo;

- dalla pluridecennale esperienza, competenza e specializzazione del Dott. Salvatore Varia, dirigente psichiatra;

- dalla competenza e profondità in Psicologia Transpersonale della D.ssa Monica Cerri.

 

I costi della terapia, sono i seguenti:

PRIMO COLLOQUIO.............................€ 50,00

 

CIASCUNA SEDUTA SUCCESSIVA.........da un minimo di € 30,00 ad un massimo di € 60,00 (il costo viene personalizzato caso per caso - vedi nostro Tariffario)

 

FREQUENZA DELLE SEDUTE................inizialmente una alla settimana - nella fase centrale una ogni 15 giorni - nella fase conclusiva una seduta di controllo ogni 20 giorni o una volta al mese

DURATA TOTALE DEL TRATTAMENTO........variabile caso per caso - statisticamente la durata varia da un minimo di 4 mesi ad un massimo di un anno

 

 

 

ΩΩΩ

 

QUANDO I SINTOMI SONO ESPRESSIONE DI UNA MALATTIA

 

In alcuni casi all'origine dei "sintomi psichici" può anche esservi una causa organica (malattia medica internistica o malattia neurologica, dismetabolica o neuroendocrina).

Questo evento viene da noi sempre attentamente accertato e diagnosticato entro i primi quattro colloqui.

Il nostro approccio integrato psicologico/medico è una importante garanzia per il paziente, in quanto si evita il rischio di tenere in terapia psicologica persone nelle quali, a volte, la causa dell'ansia, del panico o della depressione è una malattia vera e propria e non subito evidente.

Così come il nostro approccio vuole anche assolutamente evitare la deleteria abitudine di trattare le persone con sintomi depressivi, ansia o panico, in interminabili coperture psicofarmacologiche, sedando i sintomi, ma non risolvendo mai le cause, dato che queste persone assumono farmaci, ma non fanno terapia.

- vedi qui alcune malattie che possono provocare sintomi psichici - In questi casi i sintomi psichici recedono man mano che guarisce la patologia medica.

Alcune Depressioni sono provocate da cause organiche.

In questi casi è la malattia stessa che genera, fra i suoi sintomi, anche depressione .

Quando la Depressione è sintomo di una malattia organica, deve essere curata la malattia, con terapia medica (leggi qui sulla terapia medica e psicofarmacologica) e devono anche essere somministrati farmaci antidepressivi. In questi casi la depressione "guarisce", se e dopo che viene guarita la malattia organica alla base.

Va anche tenuto presente che è stata accertata una significativa incidenza genetica nella Depressione: la genetica provoca nella persona una significativa "predisposizione", ma è fondamentale, affinchè tale disposizione genetica si esprima, che siano avvenuti e/o ancora avvengano eventi che scatenano ciò che geneticamente potrebbe anche rimanere soltanto predisposizione non espressa.

 

Vi sono due casi, da considerare nella diagnosi dei Disturbi Depressivi:

  1. Depressione da malattia organica: la depressione, in questo caso, è provocata da una o più di una malattia organica (malattie del cervello o del sistema nervoso centrale; malattie ormonali, endocrine o neuroendocrine; malattie dismetaboliche; malattie post-traumatiche; ecc)

  2. Persona depressa in corpo sano; assenza di qualsiasi malattia organica: la depressione, in questo caso, esiste e persiste in persona in perfetta salute, con diagnosi medica negativa, cioè senza riscontro di alcuna malattia organica

 

COSA SI INTENDE PER MALATTIA

Riportiamo qui una definizione rigorosa ed essenziale di malattia, molto sintetica, tratta da Peery e Miller (Peery Th., Miller F., "Pathology", 1978, Little, Brown, Boston). Questi due patologi dicono:

"La malattia consiste in una alterazione dei meccanismi omeostatici che rende l'organismo incapace di adattarsi alle variazioni ambientali e provoca una serie di danni morfologici, biochimici e fisiologici".

Come si vede quindi, si parla correttamente di malattia quando nel corpo è riscontrabile una alterazione come sopra detto. Di conseguenza quando nel corpo non è possibile diagnosticare nessuna alterazione o danno anatomo-fisiologico, non sussiste nessuna malattia ed allora si deve correttamente parlare di PERSONA che soffre e non di CORPO ammalato.

Ad esempio,consideriamo che nel corpo di una persona si riscontrino delle ecchimosi (lividi). Questi rappresentano i sintomi. Ma adesso vediamo le cause: quelle stesse ecchimosi possono essere sintomi di un infortunio/trauma (in questo caso non sono sintomi di una malattia, ma conseguenze di un evento traumatico), oppure sintomi di una patologia vascolare o ematologica (in questo caso sono sintomi di una vera malattia). Eppure i sintomi (ecchimosi), sono molto somiglianti in ambedue i casi.

Lo stesso avviene con i sintomi della depressione, dell'ansia, del panico e vari altri sintomi della sfera psichica. Occorre stare sempre molto attenti, prima di definire "malattia" uno stato psichico, attenendosi ai sintomi.

I trattamenti in Studio PSIMED Palermo, si occupano delle cause, pur non trascurando un essenziale e temporaneo controllo sintomatico per mezzo della classica prescrizione psicofarmacologica (antidepressivi, ansiolitici ed altri).

Noi puntiamo alla risoluzione del problema, evitando di lasciare le persone impantanate in interminabili assunzioni di psicofarmaci, con l'unico risultato di controllare l'intensità dei sintomi.

 

 

MALATTIE MEDICHE CHE SI MANIFESTANO ANCHE CON SINTOMI DI ANSIA E/O PANICO E DEPRESSIONE

 

Patologie dell’apparato digerente: in questo caso, tra le patologie che presentano sintomi quali tachicardia, nausea, dolori addominali e ipertensione troviamo la Porfiria, le disfunzioni della motilità gastrica – ingestione di troppo cibo o alcool – reflusso gastroisofageo, sindrome del Colon irritabile e disturbi alimentari.

Patologie dell’apparato respiratorio: anche qui troviamo due condizioni mediche che sviluppano sintomi molto simili a quelli degli attacchi di panico, in questo caso il senso di soffocamento, nodo alla gola e dolori addominali sono tipici dell’asma e della polmonite.

Patologie dell’apparato cardiovascolare: i sintomi tipici, nello specifico, riguardano la tachicardia, la sudorazione eccessiva e i dolori addominali. Tra le malattie che li presentano ci sono le aritmie, il prolasso della valvola mitralica, l’Angina Pectoris e il dolore toracico localizzato nella zona intercostale.

Patologie del sistema nervoso centrale e periferico: in queste malattie, i sintomi più comuni sono mal di testa, cefalea, nausea, confusione, derealizzazione e depersonalizzazione. Tra le patologie troviamo l’emicrania – secondo uno studio chi ne soffre ha un’incidenza tredici volte superiore al normale di attacchi di panico – epilessia del lobo temporale, disturbi vestibolari – ovvero patologie che riguardano il vestibolo, organo preposto all’equilibrio –  e artrosi cervicale.

Patologie dell’apparato endocrino: in questo caso, tra le malattie troviamo quelle legate alla Tiroide, l’ipercortisolemia – detto anche Morbo di Cushing e causata da un eccesso dell’ormone cortisolo – feocromocitoma – tumore benigno che aumenta il livello di adrenalina e noradrenalina nel sangue – diabete, carcinoide – tumore benigno che aumenta la produzione di adrenalina, noradrenalina e bradichinina – menopausa e sindrome premestruale.

 

ALTRE MALATTIE CHE POSSONO GENERARE DEPRESSIONE

 

Ecco alcune malattie che possono provocare la depressione. Ce ne sono anche altre meno frequenti. Le patologie più frequentemente responsabili sono le seguenti:

  • ipo/ipertiroidismoLe disfunzioni tiroidee sono malattie che provocano depressione e ansia. Questo perché sia l’ipo che l’iperfunzione della tiroide, quindi l'omeostasi funzionale dell'ormone tiroideo (tiroxina), interagendo con la fisiologia encefalica, provocano dei cambiamenti importanti a livello della psiche. L’ipotiroidismo si associa più spesso a depressione accompagnata da minore reattività mentale e fisica, con apatia e stanchezza, mentre l’ipertiroidismo si accompagna più di frequenti a forme caratterizzate da grande ansia e maggiore irritabilità.

  • Altre disfunzioni endocrine: tipica è la depressione a cavallo della menopausa, che data la relazione di norma viene facilmente riconosciuta. Molto più rara è l’associazione con le disfunzioni surrenaliche: malattia di Addison e di Cushing. Sono problematiche infrequenti, ma gravissime se non riconosciute per tempo. All’origine, una minore produzione di cortisolo (Addison) o un suo incremento (Cushing). I sintomi nel primo caso possono essere inizialmente sfumati; accanto alla depressione c’è comunque la stanchezza. Nel secondo caso si può avere ipertensione, nervosismo, obesità, ridotta resistenza alle infezioni. Infine, da non dimenticare l’iperparatiroidismo, malattia che causa un anomalo incremento dei livelli di calcio nel sangue.

  • Malattie neurologichenon di rado fra i sintomi precoci di Alzheimer e Parkinson c’è il sintomo depressione. Anche in questo caso una corretta diagnosi precoce è fondamentale, per rallentare l’evoluzione di queste gravi malattie degenerative. Analogo discorso per i tumori cerebrali. 

  • Patologie autoimmunifra le tante che si accompagnano alla depressione le principali sono la sclerosi multipla e il lupus eritematoso sistemico. Nella sindrome da fatica cronica la depressione è uno dei problemi più gravi.

  • Infezioni sistemicheDi nuovo, l’elenco è sterminato; fra le più importanti si trovano le epatiti (la depressione può persistere per un certo periodo anche dopo la guarigione), la sifilide all’ultimo stadio, la malattia di Lyme, l’infezione da citomegalovirus e l’AIDS.

  • Diabete e malattie epaticheIl nesso si deve alle alterazioni metaboliche che interessano l’intero organismo, cervello incluso. La gravità della depressione è proporzionale alla gravità della malattia di base. Il diabete scompensato, con ipo e iperglicemia, provoca sofferenza dei neuroni. La cirrosi, lo stadio terminale delle malattie epatiche, porta a intossicazioni da iperammoniemia e alterazioni a livello dei neurotrasmettitori (che regolano l’attività cerebrale), ai quali si sostituiscono falsi neurotrasmettitori come l’ornitina

 

 

 

DEREALIZZAZIONE e DEPERSONALIZZAZIONE

 

Alcuni dei sintomi che si associano alle malattie che producono ansia, panico e depressione, sono la derealizzazione e la depersonalizzazione.

La depersonalizzazione e la derealizzazione sono due termini che indicano, in realtà, un insieme di sintomi definiti come dissociativi e che si ritrovano non solo nelle persone affette da attacchi di panico, ma anche in chi ha o ha avuto episodi di psicosi o disturbi dell’umore.

Depersonalizzazione si riferisce a una serie di sensazioni tipiche: il soggetto si sente al di fuori del corpo, estraneo rispetto a esso o, al contrario, chiuso in un guscio, nascosto da una maschera. A livello mentale, questo disturbo influisce sul flusso di coscienza, sulla genuinità dei pensieri che vengono vissuti come estranei. Quando questo disturbo si acuisce, il timore più grande è quello di perdere contatto con la realtà e con se stessi.

Derealizzazione è invece intesa come il sentirsi al di fuori della realtà: non si appartiene alle proprie azioni e la propria identità risulta bloccata. Chi soffre di questo disturbo si osserva da fuori e guarda al mondo come a un enorme televisore. Ci si sente un robot, un burattino e le proprie azioni sembrano non avere senso. I problemi si riscontrano soprattutto sul piano delle relazioni interpersonali: la comunicazione viene meno, la propria emotività è congelata. È molto comune durante o dopo aver avuto un attacco di panico o durante crisi depressive. La diagnosi precoce è il miglior modo per riuscire a curare questi disturbi che, spesso, hanno un decorso molto lungo. Uno psicoterapeuta, uno psicologo o psichiatra sono le figure di riferimento in caso si incorra in questi sintomi. In alcuni casi vi si associa la giusta terapia farmacologica.

I metodi e le tecniche che si applicano nello Studio PSIMED di Palermo, riducono rapidamente i sintomi, anche quando sono prodotti da malattie mediche e giungono alla causa risolvendola. Quando la causa è una malattia organica, la terapia sarà fondamentalmente medica. Negli altri casi gli interventi saranno delle categorie psicologiche, counseling, psicoterapia, analisi e tecniche esperenziali della Mindfulness e della BTE.

 

 

 

Ulteriori approfondimenti su Depressione

 

  • Un esempio su trattamento integrato nella depressione

  • Passi di un libro scientifico sui trattamenti integrati nella depressione

  • Alcuni chiarimenti sui trattamenti integrati, forniti dall'Istituto Mente e Corpo, il quale opera con metodologia parallela a quella dello Studio PSIMED di Palermo

  • Vedi video della Dott.ssa Bianca Pescatori del Centro Mindfulness di Roma

  • Mediate contro recidiva depressione

  • Meditazione mindfulness efficace come antidepressivi

  •  

     

     

    Per la Diagnosi e la Terapia dei Disturbi Depressivi, la sede a cui rivolgersi è:

     

     Studio PSIMED Palermo

     Via Abruzzi, 15/A

     

     Per la prima visita/colloquio, telefonare per la prenotazione

    091 517 187

    334 386 0561

     

    Si può utilizzare il Whatsapp per informazioni

       Clicca Whatsapp per informazioni

     

     Nel primo colloquio si viene ricevuti da

    Dott. Sergio Angileri oppure Dott.ssa Monica Cerri

     Non si prenotano prime visite con Neurologo, Psichiatra o altro medico

     

     
     

     

    Tariffario Parcelle Agevolazioni

    Il pagamento può essere effettuato contanti o con carte

          


     

    Telefonare per il

    PRIMO COLLOQUIO

     

    091 517 187

    334 386 0561

                               

    Scrivi Mail

       Whatsapp

    Facebook

    vedi dove siamo

      Studio

    Psicologia Medica | Psicoterapia | Analisi Transazionale e Mindfulness Based | A.T. Socio-Cognitiva | Counseling

     

    Le sedi a Palermo

    Via Resuttana, 367  ●  Via Abruzzi, 15/a

    vedi dove siamo

    (attualmente riceviamo esclusivamente in Via Abruzzi 15/a)

    Dott. Sergio Angileri

    Analista Transazionale - Counselor - Specializzato in Psicoterapia Analitica Transazionale

    MBTA (Mindfulness Based Transactional Analysis)

     

    dal 1985 a Palermo

     

     

     

    Copyright © 2000 [Dott. Sergio Angileri] Palermo - tel.  091 517 187  -  334 386 0561

    Specializzato in Psicoterapia Analitica Transazionale - Counselor Analista AT - Mindfulness I° - Laureato in Psicologia Clinica Applicata

    Esercizio professionale ai sensi della Legge n. 4 del 14 gennaio 2013, pubblicata nella G.U. n. 22 del 26/01/2013

    Mail

     Tutti i diritti riservati